Continua il nuovo progetto targato thefashionboy.it… le interviste ai personaggi più influenti della scena trap/hip hop italiana

Questa volta tocca a Lord Madness uno dei più importanti veterani dell’hip hop italiano.

Alessandro: Bella Lord, Iniziamo con una tua breve descrizione.

Lord Madness: definirmi veterano del rap mi sembra troppo, mi definisco middleschool, una sorta di scuola intermedia tra la vecchia e la nuova. Poi non sono ferratissimo nelle autodescrizioni. Sono sicuramente un Mc, quello che a cui dai un micro in mano e “sputa”. Ora i rapper pensano a tutto tranne che a fare musica, curano public relations, gestiscono social , firmano cd fanno foto ecc…Tutte cose bellissime, ma mi sembra condiscano un piatto vuoto a volte. In questo sono più “vecchio stampo”, prima le rime poi il resto.

Alessandro: Come è nato il nome Lord Madness?

Lord Madness: Ti meriti decisamente di essere definito come veterano! Madness per dei problemucci legati ad ansia e panico, sai in certi momenti ti sembra quasi di impazzire. Lord l’ho aggiunto dopo, un po’ per darmi un tono e un po’ in onore ad un artista americano che amo molto, Lord Finesse.

Alessandro: Quanto il tuo carattere influenza il tuo rap?

Lord Madness: Molto, anche troppo. Tanto il mio carattere quanto la mia vita. Ho molte sfumature, da quella più cazzona a quella più triste. Per me ciò che dici deve sempre rispecchiare ciò che sei, sennò il tuo è fake rap.

Alessandro: Giustissimo, allora cosa pensi di come si è evoluto il rap?

Lord Madness: da una parte c’è stata un involuzione vera a propria, si sono semplificate le metriche si è quasi abolita la terza strofa, si fa uso di un sacco di effetti traccie e robe che puoi fare in studio per far sembrare figo quello che in sostanza non vale un cazzo, poi dal vivo è normale che se ha fatto tutto il fonico in studio ti devi portare 20 persone che ti fanno le doppie o inventarti modi alternativi per fare lo show. Non voglio sembrare però cosi negativo, c’è un sacco di gente forte, solo che spesso non ha infrastrutture alle spalle che gli consente di arrivare ad un pubblico più vasto, poi va detto anche che una parte di underground si piange addosso e deve far sembrare che gli fa schifo fama e denaro quando invece credo sia il contrario.

Alessandro: Sacre parole, allora a sto punto descrivici l’Hip Hop italiano dagli anni 90 a oggi in una sola parola.

Lord Madness: Standardizzato. e’ tutto molto simile, si fa copia e incolla tra artisti, prima si cercava uno stile proprio.

Alessandro: E allora quanto influenza la società di oggi la tua musica?

Lord Madness: La musica di Madness non so se influenza qualcuno, di messaggi me ne arrivano parecchi e qualcuno anche molto appagante. Se poi intendevi la mia musica in generale intendendo il rap, credo che ormai sia parte integrante della nostra società quindi l’influenza è una diretta conseguenza di questo.

Alessandro: Questa domanda sarà la più banale ma mi devi togliere assolutamente questo dubbio. Perché hai chiamato “il grande addio” il tuo nuovo album?

Lord Madness: Pensavo fosse l’ultimo, forse mi sbagliavo o forse no…devo ancora capire.

Alessandro: Se vuoi spoilera qualcosa

Lord Madness: Scelgo di linkarvi due video che sono il rovescio della stessa medaglia, cosi da spiegare meglio chi è Madness e chi è Michele

Il dolore del vuoto

https://www.youtube.com/watch?v=qxISw1xizvA

Busta Mad Rhymes

https://www.youtube.com/watch?v=QC7Q7-srNfs

Alessandro: Tutti e due grandissimi pezzi, il primo con un significato molto intenso il secondo spettacolare! Lord siamo arrivati quasi alla fine, come ti vedi in futuro?

Lord Madness: non riesco a vedermi nemmeno oggi pomeriggio

Alessandro: Ahahahah grande fra! grazie per l’intervista, spero che non sia un reale addio questo ultimo album! A presto man!

Lord Madness: Grazie dell’intervista, un grosso peace a tutti!!!!

Grande intervista, grande Lord Madness… comunque per scoprire di più su di lui e sulla sua storia andate qui.

Restate connessi che ne vedrete di belle…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here